IVECO - industria automotive

Risparmio economico

80 k€

Riduzione consumi

8%

Payback time

1.5 anni

ll cliente è un'importante azienda nel settore automotive focalizzata sulla produzione di veicoli industriali e con varie sedi sul territorio italiano.
Il perimetro del progetto è uno stabilimento produttivo sito a Suzzara (MN) già dotato di vari sistemi impiagati per il solo monitoraggio, senza la possibilità di attuare gli impianti. All'interno dello stabilimento sono presenti varie caldaie per il riscaldamento tecnologico e ambientale e impianti di condizionamento.
All'interno dell'impianto erano già presenti più di 500 sensori per il monitoraggio dei consumi su diversi vettori energetici (energia elettrica, gas, aria compressa e acqua) e delle condizioni ambientali (temperatura e umidità). La presenza di fonti di dati così numerose ed eterogenee rendeva difficile avere un quadro chiaro sullo stato dei consumi e degli impianti energetici dello stabilimento e ottenere una fotografia di dettaglio dell'impiego di energia, così da poter individuare le sorgenti delle inefficienze.

Sito

  • Superficie complessiva: 60.000 mq

  • Occupazione media: 500 addetti

  • Perimetro: unità operativa collaudo e finizione, montaggio

Dettagli tecnici/energetici

  • Spesa energia elettrica: 360.000 €/anno

  • Spesa gas: 660.000 €/anno

  • Perimetro di intervento sul totale: 25%

Per questo progetto la soluzione ideale è SimonLab Monitoring

Il progetto

SimonLab si può interfacciare facilmente con dispositivi preesistenti, per cui abbiamo potuto raccogliere i dati dai dispositivi già presenti, uniformando in un'unica piattaforma tutti i dati.
La prima parte dell'intervento ha quindi visto una fase di system integration tra piattaforma di misurazione dei consumi energetici e la nostra piattaforma di energy management.
Le funzionalità base di SimonLab come le dashboard configurabili e i grafici avanzati, hanno permesso di tenere sotto controllo tutti i dati dello stabilimento ed effettuare analisi avanzate che hanno permesso di individuare e ridurre inefficienze e sprechi.
I suggerimenti operativi hanno permesso inoltre di facilitare la gestione dell'accensione delle caldaie: gli algoritmi di intelligenza artificiale vengono usati per calcolare il momento ottimale per l'accensione delle caldaie al riavvio della produzione così da avere l'acqua alla temperatura richiesta dall'utenza nel momento desiderato, evitando sprechi di energia.
Grazie alle allarmi configurabili dall'utente e alle notifiche in real-time, è stato possibile individuare e risolvere varie situazioni anomale, come il superamento di soglie per l'energia reattiva.
Infine il cliente utilizza quotidianamente i report e i KPI per verificare i dati di consumo rispetto al budget.