Tenaris - Acciaieria

Risparmio energetico

15%

Payback time

1.8 anni

Tempo funzionamento pompe

  • 12%
Il cliente è una grande acciaieria sita a Dalmine (BG).
Il perimetro del progetto è l'impianto di raffreddamento dedicato ad una parte dei processi dell'acciaieria costituito da:
  • 3 vasche per la raccolta dell'acqua,
  • una torre piezometrica,
  • torri evaporative.
L'acqua calda che arriva dall'impianto viene opportunamente filtrata, raffreddata e raccolta in una delle vasche. Il sistema usa vari gruppi di pompe per movimentare l'acqua tra le vasche e rinviarla all'impianto.
Le logiche di funzionamento dell'impianto precedenti al nostro intervento sono basate su soglie e hanno diversi decenni. Quando sono state pensate l'efficienza energetica non era il focus, quindi presentano varie inefficienze dovute ad un uso non ottimizzato delle pompe che funzionano più del necessario.

Sito

  • Impianto di raffreddamento per forno rotatorio, laminatoio e processi di tempra
  • Impianto composto da 3 vasche, 21 pompe suddivise su 4 gruppi, una torre piezometrica e una torre evaporativa
  • Logiche di funzionamento molto datate e non focalizzate sull'efficienza energetica

Dettagli tecnici/energetici

  • Potenza installata: 4.5 MW

  • Consumo energetico: 14 GWh/anno

  • Ore di funzionamento: 8000 ore/anno

Per questo progetto la soluzione ideale è ECOLogicAI

Il progetto

Il progetto si inserisce in un'ampia strategia dell'azienda per l'efficientamento energetico. Le inefficienze presenti pre-intervento causavano grandi sprechi di energia, quindi costi ed emissioni di CO2 evitabili.
Il cliente è già dotato di piattaforme per il monitoraggio e l'analisi dei propri dati energetici e di processo e lo scopo del progetto è limitato all'ottimizzazione dell'impianto, per cui gli algoritmi di intelligenza artificiale di ECOLogic.AI sono l'ideale per questo caso d'uso. ECOLogic.AI è modulare e scalabile, per cui il software che implementa gli algoritmi può essere modificato in una o più parti, senza alterare il resto. Questo approccio permette ad esempio di migliorare progressivamente le soluzioni nel momento in cui sono disponibili nuovi strumenti più performanti oppure vengono definiti nuovi requisiti. Il modello dati permette di storicizzare tutti i parametri e le configurazioni significative, in modo da poter analizzare il comportamento dell'intelligenza artificiale e valutare possibili miglioramenti.
Il software per questo caso d'uso si basa su un modello fisico dell'impianto e un algoritmo di ottimizzazione per ridurre i consumi di energia. L'implementazione dell'algoritmo utilizza librerie allo stato dell'arte per la risoluzione di problemi di ottimizzazione.
Gli algoritmi hanno permesso di ridurre il funzionamento delle pompe, mantenendo tutti i vincoli dell'impianto.